Seleziona una pagina

Caryopteris clandoniensis

Descrizione

Il Caryopteris è una delle più luminose fioriture azzurre dei nostri giardini.
Si tratta di un cespuglio a foglie caduche, resistente al nostro clima e che si adatta molto bene anche ai nostri terreni argillosi.
Ha sviluppo ridotto, raggiungendo appena il metro di altezza, con portamento fondamentalmente eretto ma abbastanza disordinato.
Ha foglie grigio verdi allungate e strette, toccandole emanano un aroma intenso e speziato.
I rami diventano presto legnosi, hanno corteccia chiara “screpolata” che conferisce un aspetto “vecchio” al legno.
La fioritura compare tardi, verso la fine dell’estate.
In Agosto sugli apici dei rami compaiono “batuffoli” sovrapposti di piccoli boccioli  argentati.
Verso la fine del mese od ai primi di Settembre i boccioli si aprono poco per volta in minuscoli fiorellini azzurri che attirano subito molti insetti.
Dato che i fiori si aprono in modo graduale la fioritura può protrarsi anche fino ai primi giorni di Ottobre. 

Coltivazione

Ama il sole  diretto anche per tutta la giornata, come già accennato si adatta bene anche ai nostri terreni e non ha particolari esigenze di acqua.
Alla fine della fioritura o subito dopo l’inverno è consigliabile potarlo anche in modo piuttosto severo fino anche a 2/3 del suo volume.
Questa operazione consentirà di avere l’emissione dei rami nuovi su cui il Caryopteris fiorirà nello stesso anno e renderà la pianta molto più ordinata.
Preferisco pensarlo come pianta da giardino piuttosto che in vasi o fioriere proprio per via del suo portamento, ma è una questione di gusto personale.
In realtà si adatta discretamente bene anche a vivere in contenitori purché abbastanza ampi da consentirgli un buon sviluppo.

Utilizzo

Avendo colori molto simili alla lavanda la può degnamente sostituire in giardini dal sapore mediterraneo, quindi in associazione con Palme, Ulivi, Corbezzoli e Melograni. 
A sua volta può essere accompagnato da Rosmarino, Salvia, oppure da piante stagionali con fioritura che si protrae fino a Ottobre come Dipladenia, Begonie e Tagete
Tra le varietà dai colori più intensi vorrei ricordare la “Heavenly Blue” e la “Kew Blue”